DP

OPO, come e quando

Lun, 21/05/2012 - 17:09 -- Fabio Borselli

L’ Offensive Player Only, (OPO) è un’altra opportunità data dal regolamento del softball alla squadra di gestire al meglio le proprie risorse.

Partendo dal presupposto di “giocare in dieci”, quindi indicando DP e FLEX nell’ordine di battuta da presentare all’arbitro, all’atto pratico, ci troviamo ad avere un OPO nel line-up se decidiamo di schierare in difesa il DP, ma in una posizione diversa da quella della sua controparte FLEX, che perciò, continua ad andare in difesa nella sua posizione di partenza, o in altro ruolo in seguito a cambi interni.

Il giocatore che lascia il posto al DP nella fase di difesa , rimane nell’ordine di battuta, continua a presentarsi nel box quando è il proprio turno e diviene, di fatto, l’ OPO.

Ai fini del computo delle sostituzioni DP, FLEX ed OPO non risultano essere stati sostituiti essendo questo un semplice cambio interno.

Un paio di semplici casi esemplificativi:

lanciatore partente, che è anche un ottimo difensore, indicato come DP, possibile rilievo schierato come FLEX, indicando come ruolo difensivo quello di lanciatore:

al momento dello scambio degli ordini di battuta, quando questi diventano “ufficiali”, si comunica l’intenzione di far lanciare il proprio DP, togliendo il FLEX dalla partita (questa è una sostituzione per il FLEX). Se durante il prosieguo della gara è necessario rimuovere il lanciatore dalla pedana per schierarlo in campo in altra posizione, per esempio come interbase, si genera la seguente situazione: il FLEX rientra in gioco (lo può fare, come da regolamento, essendo uno dei partenti) e sale in pedana, il DP passa all’interbase e quest’ultimo esce dal campo, ma continua a rimanere nell’ordine di battuta diventando l’ OPO.

DP partente che è anche un discreto difensore, FLEX ottimo difensore ma scarso battitore:

se durante il corso della partita diventa necessario, per un qualsiasi motivo, sostituire un difensore (che non sia, naturalmente, il FLEX) con il DP, continuando a mandarlo in battuta, il giocatore sostituito, come nel caso precedente, non potrà effettuare la sua fase difensiva, ma diventerà l’ OPO, presentandosi nel box di battuta e rimanendo nella posizione originale del line-up.

Anche in questa occasione né al DP, né al FLEX, né, tantomeno, all’ OPO, vengono attribuite sostituzioni.

DP e FLEX, qualche istruzione per l'uso

Lun, 14/05/2012 - 16:08 -- Fabio Borselli

Torno sull’argomento perche ritengo che, oltre la regola, ci sia il reale uso che si può fare del DP/FLEX, in altre parole, il regolamento ci descrive il MODO, ma non ci dice il COME utilizzare DP e FLEX all’atto pratico.

Credo che ci sia, prima di tutto, una domanda da porsi : c’è un motivo per cui le regole del softball vanno oltre il semplice sostituto in battuta del lanciatore (DH) previsto nel baseball ? Se ci si riflette, si capisce che, semplificando, il DH del baseball altro non è che l’alter ego del pitcher, che sopperisce al suo scarso peso offensivo e lo tutela da fatica ed infortuni durante la fase di attacco.

Il DP del softball è molto di più!

Provo a fare un paio di esempi.

Schierare come FLEX un giocatore molto veloce, buon difensore, ma non così forte come battitore, in abbinamento ad un DP potente ed efficace nel box, ma lento.

Questo tipo di line-up si può organizzare quando si hanno 2 o 3 buoni battitori, che però non sono altrettanto utili come difensori ed un buon difensore, veloce ed aggressivo sulle basi, ma scarso battitore:
se il DP arriva in base si sostituisce con il FLEX che correrà al suo posto, questa è una sostituzione per il DP, che potrà rientrare per il turno di battuta successivo, mentre per il FLEX non si tratta di una sostituzione e quindi, una volta che il DP giunga di nuovo in base potrà ancora correre al suo posto. Al momento che decideremo di non mandare il FLEX nel box di battuta dovremo, a questo punto, utilizzare un nuovo DP (essendo il partente uscito e già rientrato) ma il FLEX potrà di nuovo correre al posto di quest’ultimo, non essendo, da regolamento, mai stato sostituito.

Schierare come FLEX un buon battitore e difensore, ma lento nella corsa e schierare come DP un giocatore veloce sulle basi.

Questa strategia si può usare quando si hanno nel proprio roster un battitore lento, che sia anche un buon guanto e 2 o 3 corridori veloci che possano sostituirlo una volta sulle basi, ricordando però che, ad eccezione del DP partente, potranno entrare in gioco una sola volta:
al momento del suo turno di battuta si manda nel box il FLEX al posto del DP, che quindi risulta essere sostituito, se il FLEX arriva in base si effettua di nuovo lo scambio e si fa correre il DP. Al turno di battuta successivo si manda di nuovo il FLEX a battere, se raggiunge le basi non sarà possibile far rientrare il DP partente, ma questi dovrà essere sostituito da un nuovo DP, mentre il FLEX, che non è caricato di nessuna sostituzione, potrà di nuovo essere schierato in difesa ed andare a battere, un’altra volta, al posto del sostituto DP.

Abbonamento a DP